01DC1B12 6F64 4FAF 8A36 D93DD2984B97

 

Nella settimana in corso sono continuate le attività di controllo del territorio svolte dai Carabinieri della Compagnia di Vittoria, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Carabinieri “Sicilia”mediantemirate attività finalizzate al contrasto del traffico di armi clandestine e sostanze stupefacenti, nonché alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio. Sono state numerose le pattuglie impegnate sull’intero territorioattraverso l’allestimento di numerosi posti di controllo sia diurni che notturni, con servizi di perlustrazione estesi nelle aree rurali del Comune di Acate nella periferia della città di Vittoria. 

All’esito di serrati controlli e rastrellamenti effettuati dai Reparti operanti, durante i quali sono state controllate 113 persone a bordo di 54 veicoli, di cui 3 sottoposti a sequestro poiché sprovvisti di copertura assicurativa, sono stati conseguiti i seguenti risultati:

• I Carabinieri di Acatecongiuntamente a personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia”, hanno deferito in stato di libertà per il reato di lesioni personali, minaccia aggravata e porto abusivo di armi, un 29enne rumeno, residente ad Acate, poiché a seguito di una perquisizione effettuata presso la propria abitazione, è stato trovato in possesso di una carabina ad aria compressa, priva di contrassegni matricolari e di marchio, che veniva sottoposta a sequestro. A seguito di successivi accertamenti, i Carabinieri di Acate hanno deferito in stato di libertà il citato cittadino rumeno anche per lesioni personali e minaccia aggravata poiché l’arma modificata rinvenuta dai militari è risultata essere stata utilizzata dal denunciato per una aggressione e una minaccia operata in danno di un cittadino tunisino al culmine di una lite avvenuta, per futili motivi, in data 22.8.2020;
• I Carabinieri della Stazione di Vittoria, in esecuzione della revoca della misura degli arresti domiciliari con la conseguente misura di custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte d’Appello di Catania, hanno tratto in arresto un 36enne di Vittoria, in atto sottoposto agli arresti domiciliari. Tale provvedimento restrittivo scaturisce dalle risultanze investigative dei Carabinieri della Stazione di Vittoria e del Nucleo Operativo e Radiomobile che hanno accertato reiterate violazioni della citata misura, nel periodo compreso tra l’8 e il 16 settembre u.s.;
• I Carabinieri della Stazione di Vittoriahanno tratto in arresto nella flagranza del reato di furto aggravato un bracciante agricolo di 52 anni e deferito in stato di libertà sua madre e sua sorella per il medesimo reato, poiché a seguito di mirato controllo esperito congiuntamente a personale “Enel”, all'esterno della propria abitazione, è stato accertato l'allaccio diretto al palo dell'illuminazione pubblica. Il 52enne è stato sottoposto ai domiciliari. Nell’ambito del medesimo servizio, a Scoglitti, i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà per il reato di furto aggravato di energia elettrica, un 41enne albanese, bracciante agricolo del luogo, che aveva allacciato abusivamente il proprio contatore alla rete elettrica pubblica, mediante un apposito bypass di fili, che veniva sottoposto a sequestro;
• I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Vittoria, a seguito di una perquisizione veicolare, hanno sorpreso un uomo di 38 anni, originario di Vittoria, in possesso di due involucri in cellophane, nascosti sotto il sedile posteriore, contenenti 0,66 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocainaLasostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro e l’uomo segnalato alla Prefettura di Ragusa in qualità di assuntore;
• I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Vittoriahanno deferito in stato di libertà per il reato di illecito smaltimento di rifiuti un imprenditore edile e un operaio, entrambi di 44 anni e residenti a Vittoria, poiché sono stati sorpresi dai militari dell’Arma in un fondo agricolo privato,mentre scaricavano da un furgone materiale edile di scarto, senza le prescritte autorizzazioni. L’area interessata dalla discarica abusiva è stata sottoposta a sequestro. 
• I Carabinieri della Stazione di Vittoria hanno deferito in stato di libertà per il reato di detenzione abusiva di munizioni un impiegato 36enne, originario di Ragusa, poiché a seguito di perquisizioni personale e veicolare della propria autovettura, i militari dell’Arma hanno rinvenuto due cartucce cal.12, custodite all’interno del proprio borsello. Le munizioni sono state sottopostea sequestro e il 36enne è stato deferito all’Autorità Giudiziaria.

 

Pin It