dispenzaaiello

La Polizia di Stato nel Comune di Vittoria. Su delega della Procura agenti della squadra mobile e del commissariato sono andati oggi a palazzo Iacono ad acquisire tutta la documentazione disponibile sugli atti di assegnazione dei box nel mercato di Vittoria. Filippo Dispenza, presidente della commissione prefettizia che amministra in via straordinaria il Comune di Vittoria, sciolto per mafia il 31 luglio scorso, ha detto che in quarant’anni mai è stato fatto un bando e che l’assegnazione è stata fatta alle famiglie con metodo mafioso. E oggi il procuratore Fabio D’Anna ha chiesto alla Polizia di fare il blitz. Per accertare come stanno le cose. Da giorni Dispenza si nega a microfoni e telecamere. Ecco cosa disse la settimana scorsa, ospite di un programma di Raiuno. Da allora non è voluto più tornare sull’argomento. Né in sede di confronto con Francesco Aiello, l’ex sindaco che più di tutti ha reagito, accusando Dispenza di avere detto il falso, né per rilasciare una semplice dichiarazione di replica alle accuse che gli sono state mosse. E così nei nostri studi, Aiello si è ritrovato da solo a parlare della vicenda che ha colpito l’opinione pubblica.

fShare
109
Pin It