dispenzaaiello

 

Le parole pronunciate da Filippo Dispenza, commissario straordinario del Comune di Vittoria, a Raiuno, nel corso del programma unomattina hanno dato lavoro ai tribunali. La replica di Francesco Aiello sulla falsità di quelle affermazioni ha indotto Dispenza a presentare una querela per diffamazione per la quale è imminente il rinvio a giudizio. Ma anche Aiello ha presentato querela nei confronti del presidente della commissione straordinaria Dispenza. E’ lo stesso ex sindaco a renderlo noto in una nota, in cui spiega il senso della sua azione, “convinto – afferma - che chi asserisce il falso, dandovi la massima risonanza possibile, voglia solo diffamare, stante che vi sono atti amministrativi certi, con i quali si è proceduto all’assegnazione di box al mercato ortofrutticolo attraverso procedure ad evidenza pubblica, che il Dispenza avrebbe potuto, anzi dovuto, consultare prima di infangare un’intera città. Sono altrettanto convinto – aggiunge Aiello -  che un rappresentante dello Stato non possa fare politica di parte, che sia commissario straordinario, sottosegretario o ministro, in quanto la funzione ricoperta lo pone necessariamente al di sopra delle fazioni politiche di parte”. Fin qui Aiello che, proprio nei giorni scorsi, ha aperto un nuovo fronte di denuncia e di polemiche su Vittoria Mercati

Pin It