puccia hdfe

 

Pochi giorni fa Francesco Aiello aveva aperto un fronte di critica verso i concessionari del mercato e il presidente dell’associazione Giorgio Puccia il quale, in un’intervista nei nostri studi, aveva negato che, ben prima dell’amministrazione straordinaria guidata da Filippo Dispenza, il Comune avesse scelto la procedura del bando per assegnare i box dentro il mercato. Ora interviene Giorgio Puccia, presidente dell’associazione concessionari del mercato, per chiarire che egli non ha inteso e non intende negare che in passato si siano svolte procedura ad evidenza pubblica nel mercato ortofrutticolo di Vittoria per l’assegnazione dei box. E in proposito ricorda l’assegnazione di 16 box nell’anno 2000 (amministrazione-Aiello), così come ve ne sono di precedenti e di successive. Puccia chiarisce che si è trattato però di procedure di concorso tese ad assegnare solo ed esclusivamente spazi vacanti.  Quindi il chiarimento-spiegazione: mai vi sono state in passato procedure ad evidenza pubblica tese ad assegnare, ex novo, tutti i 74 posteggi del mercato. Nel rispetto della legge, osserva Puccia, l’ente in passato ha posto a bando solo gli spazi vacanti ed ha espletato procedure di rinnovo degli spazi già oggetto di concessione. Il chiarimento dei concessionari quindi, se da una parte disinnesca il fronte polemico aperto da Aiello, dall’altra dà pienamente ragione a quest’ultimo nell’aspro scontro con Filippo Dispenza il quale a Raiuno fece intendere che per quarant’anni i box fossero sempre stati assegnati senza alcuna procedura di evidenza pubblica e, di fatto, con metodo mafioso.   

Pin It