vittoria.png

 

La partita dinanzi alla giustizia amministrativa è chiusa. Vittoria potrà avere un sindaco, una giunta ed un consiglio comunale solo dopo le prossime elezioni. L’amministrazione Moscato esce di scena perché il Tar del Lazio ha respinto il suo ricorso contro il decreto di scioglimento degli organi comunali eletti nel 2016.La decisione è stata depositata ieri ed è contenuta in nove pagine. . Rifiuti e mercato ortofrutticolo sono i principali punti critici. Il ricorso era stato sottoscritto dall’ex sindaco Giovanni Moscato, da tutti gli assessori avvicendatesi nei due anni d’attività e dai consiglieri della coalizione. Dalla lettura degli atti prefettizi - si legge nella sentenza firmata dal presidente Carmine Volpe, estensore Lucia Maria Bancatelli.- si evince la volontà dell’organo politico di ingerirsi su questioni, relative alle procedure e ai termini di gara, che sono sottratti alla competenza della giunta comunale e riservati agli apparati amministrativi”.L’anomalia riscontrata, quindi, non riguarda la decisione presa in relazione alla raccolta differenziata, come sostenuto nel ricorso,” ma l’avere l’organo politico assunto una decisione concernente la tipologia della procedura di gara da espletare, che era di pertinenza dell’organo tecnico gestionale”. Nessun commento finora da Moscato il quale terrà domani una conferenza stampa.

Pin It