foto_Polizia.jpg

 

Era una baby gang in azione nei locali pubblici di Vittoria. Tre componenti, due dei quali minori, sono stati arrestati dalla polizia dopo che avevano rapinato e messo a soqquadro un bar nel centro cittadino. Sono entrati pretendendo, con fare spavaldo e provocatorio, la somministrazione gratuita di bevande alcooliche. I giovani apparivano in evidente stato di alterazione psicofisica, tanto che con tracotanza hanno iniziato ad infastidire gli altri avventori chiedendo loro danaro. Quindi hanno iniziato a servirsi da soli bevendo liquori direttamente dalle bottiglie e minacciando il titolare fino al punto da iniziare a danneggiare il locale. Nel contempo si dirigevano verso la cassa iniziando ad appropriarsi del danaro contenuto. Grazie anche all’intervento di alcuni passanti intervenuti in aiuto, il barista è riuscito a cacciare fuori i balordi. Poco dopo, allertata da una segnalazione, giungeva sul posto una volante del locale commissariato della polizia di Stato che notava i tre individui davanti alla porta d’ingresso del bar ancora intenti a cercare di sfondare la vetrata. Alla vista dell’auto della polizia si davano alla fuga. Gli agenti si mettevano all’inseguimento e riuscivano a raggiungerli. I tre, appena avvicinati, si scagliavano contro i poliziotti sferrando calci e pugni. Con fatica gli agenti riuscivano ad arginare la violenza dei tre e a bloccarli. La furia dei tre continuava durante il tragitto in macchina, con minacce ai poliziotti anche all’interno degli uffici di polizia. In tasca avevano ancora le banconote rapinate nella cassa del bar. I tre venivano quindi arrestati e posti a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Pin It