nicosia incandighafgshdjkfgd

 

A Vittoria, mentre la città si confronta con i limiti dell’amministrazione straordinaria, politici vecchi e nuovi, ma anche gruppi sociali ed esponenti della società civile pensano allo scenario della primavera 2020 nel quale, con tutta probabilità, dovranno essere eletti il nuovo sindaco e il nuovo consiglio comunale. C’è qualcuno che, per effetto dello scioglimento, non potrà candidarsi? Per il momento no, almeno sul piano delle certezze. Il dubbio invece riguarda molti. Il 5 giugno prossimo il tribunale di Ragusa potrebbe emettere una sentenza a conclusione del procedimento sulla declaratoria di incandidabilità chiesta dal ministro dell’interno per l’intera amministrazione-Moscato e tre ex consiglieri comunali. Di certo, invece, è candidabile il predecessore di Moscato, Giuseppe Nicosia, sindaco per dieci anni dal 2006 al 2016, la cui gestione è entrata nell’istruttoria prefettizia poi sfociata nello scioglimento. A dichiararlo candidabile è stato il Tribunale, non per una propria valutazione autonoma dei fatti, bensì per la semplice presa d’atto che per Nicosia il ministro dell’interno non ha chiesto la declaratoria di incandidabilità.

Pin It