4598315_1147_stromboli_oggi_situazione_ginostra_pomice.jpg

 

A Stromboli sta lentamente tornando la normalità, ma le esplosioni dei giorni scorsi hanno creato allarme ed uno stato di emergenza che permangono. Le immagini che vedremo tra alcuni secondi sono state girate martedì scorso, proprio quando sull’isola si è abbattuta a bassa quota, come è tipico dell’eruzione stromboliana, una tempesta di lava e lapilli. Non sono immagini che vanno guardate – solo – per quanto ci fanno vedere. Ma, pensando a chi e quando le ha registrate, alla sua ottica di osservazione e a ciò che in quei momenti accadeva. Eccole. La telecamera era in mano ad un escursionista, Thiago Takeuti, amico di Massimo Imbesi, morto proprio in quei momenti. I due erano fianco a fianco e camminavano lungo lo stesso percorso, il sentiero di Punta dei Corvi che sovrasta la frazione di Ginostra, a Stromboli. Nel momento dell’eruzione Thiago stava filmano la sciara del fuoco ed ha quindi ripreso in diretta l’esplosione di cenere e lapilli dal cratere principale. Dopo la tragedia, racconta: «Dopo l’eruzione abbiamo cercato riparo in una zona dove il fuoco era già passato e pensavamo non tornasse. Ma correndo tra le pietre e i lapilli siamo caduti a terra. Matteo respirava sempre più affannosamente. Ho provato a rianimarlo ma non c’era più niente da fare...». In questa sequenza d’immagini, alla vista dei due, ci sono quindi la vita e la morte. Un destino diverso per i due che lungo lo stesso sentiero, muovevano gli stessi passi.

https://www.youtube.com/watch?v=pVLl-3zLrY8

Pin It