carabinieri-3-66-2-2-2.jpg

 

Prosegue l’attività di contrasto allo spaccio e alle fumarole da parte dei carabinieri di Vittoria. Un disoccupato di 26 anni è stato arrestato perché trovato in possesso di diverse dosi di hashish, marijuana e cocaina per un totale di oltre 35 grammi circa, oltre a un bilancino di precisione e a vario materiale usato per il confezionamento della droga. I militari dell’arma, dopo una lunga attività di osservazione e pedinamento nei pressi dell’abitazione del ragazzo, hanno fatto accesso all’interno della sua abitazione eseguendo una perquisizione domiciliare. Il giovane adesso è ristretto ai domiciliari. Un bracciante agricolo di 19 anni è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.  Il giovane che era alla guida di un ciclomotore, insieme ad un’altra persona, sprovvisto di copertura assicurativa. Il giovane non si è fermato all’alt dei Carabinieri. Dopo un breve inseguimento per le strade di Pedalino il giovane ha perso l’equilibrio ed è caduto a terra. Subito dopo è stato arrestato mentre il passeggero ha fatto perdere le proprie tracce. A seguito di una perquisizione personale e veicolare, l’arrestato è stato trovato in possesso di un coltello da cucina, privo del manico, con lama seghettata lunga 11 cm circa. Il materiale rinvenuto e il ciclomotore sono stati sequestrati. Ad Acate, un 35enne, di Niscemi è stato denunciato per combustione illecita di rifiuti. L’uomo stava bruciando, sulla spiaggia di Marina di Acate, un cumulo di materiali di varia natura tra cui plastica, vetro e polistirolo. I militari dell’arma sul litorale hanno individuato un cumulo di circa 2 quintali di materiali vari già bruciati su una superficie di circa 80 metri quadrati. Tra i materiali incendiati, assimilabili a rifiuti di scarto dell’attività di un’azienda agricola di proprietà del denunciato. Trovati anche legnami, cartoni e alcune piante di pomodoro. L’area è stata sequestrata per consentire i successivi accertamenti tecnici.  A marina di Modica denunciati per guida in stato di ebbrezza tre giovanissimi. Una giovanissima modicana di 26 anni, che era alla guida con tasso alcolemico 3 volte superiore al limite consentito dalla legge. Un giovane di 25, modicano anch’egli, ha riportato un tasso alcolemico di 0,89, tanto da far scattare la denuncia; ed un 23enne con  un tasso di alcool nel sangue di circa due volte il consentito. Tutti e tre oltre alla sanzione penale è stata sospesa patente. A Ispica un 53enne è stato arrestato in flagranza per furto aggravato di oltre un quintale di carrube. L’uomo stava sottraendo, su una strada in un terreno di proprietà comunale, alcuni sacchi del prezioso frutto. Dopo averlo bloccato ed identificato i carabinieri hanno verificato che aveva già sottratto oltre un quintale e mezzo di carrube per un valore di circa 150 Euro. La refurtiva è stata riconsegnata al comune.

Pin It