Mammajjjj martina aprile2

 

E oggi pomeriggio, alla stessa ora, un filo comune legherà Vittoria a Scicli, i luoghi e le comunità delle vittime di queste stragi degli innocenti. Sempre alle 16, dalla casa di Donnalucata, la bara con le spoglie di Martina, la giovane mamma falciata sull’asfalto da un automobilista drogato, si muoverà verso la Chiesa di Santa Maria la Nova per la celebrazione delle esequie. E in tutto il territorio comunale quella di oggi è giornata di lutto cittadino. Il corpo di Martina ieri è stato consegnato alla famiglia dopo l’esame autoptico utile alle indagini. Ma in questo caso gli elementi di prova sono chiari e incontestabili. La responsabilità della morte di Martina è di Carmelo Ferraro, alla guida, sotto l’effetto di cocaina e metadone, della Y10 che ha investito la donna. Ed ora emergono particolari agghiaccianti. La madre di Martina denuncia che dopo l’impatto mortale, le è stato rubato il telefono cellulare. La famiglia ha lanciato un appello al ladro affinchè faccia ritrovare lo smartphone, che potrebbe essere utile a ricostruire gli ultimi istanti di vita della mamma di 24 anni, che ha lasciato un figlio piccolo diversamente abile, e che contiene proprio tantissime foto di lei e del bambino assieme, di cui i parenti vogliono tornare in possesso. Questo ennesimo omicidio stradale è stato compiuto la notte di domenica. Martina, lavorava in un ristorante a Cava D’Aliga e a fine giornata (erano passati 40 minuti dopo la mezzanotte) stava gettando la spazzatura. L’automobilista, anche lui cameriere in una struttura ricettiva, è stato trovato positivo all’assunzione di cocaina e metadone. Il conducente dell’auto si è fermato a prestare soccorso, ma per la donna non c’è stato nulla da fare, è morta sul colpo. All’uomo era già stata in passato ritirata la patente perchè trovato positivo all’assunzione di droga mentre era al volante. E ora sono partite le indagini anche per accertare chi, negli istanti terribili si sia impossessato del telefono della donna.

Pin It