palazzo

 

Alcuni hanno trovato ospitalità a casa di parenti e amici, ma altri non avevano questa possibilità ed è scattata una rete di solidarietà. Il palazzo, vecchio fatiscente e mai manutenuto come avrebbe dovuto, che accoglie alloggi popolari in cui abitano 17 famiglie era a rischio e per fortuna è scattato un allarme prima che ci si trovasse di fronte ad un tragico fatto compiuto.
Il caso ha voluto che uno degli inquilini ascoltasse un cigolio metallico proveniente dalle strutture murarie già interessate in passato da crolli e innumerevoli avvisaglie di pericolo. Ma sul palazzo di via Solunto 12 l’Iacp, l’istituto autonomo case popolari, per la sua parte di competenza, non ha fatto quanto avrebbe dovuto. Fra le 33 persone dei 17 nuclei familiari che vi abitano vi sono tre disabili che hanno quindi avuto una corsia preferenziale sia nella frenetica evacuazione dell’edificio scattata alle 17 di ieri, sia nella ricerca di un alloggio alternativo.

fShare
5
Pin It