Parco-nazionale-Iblei-e1554362742560-620x350.jpg

 

L’amministrazione comunale di Modica ha dichiarato guerra al Parco degli Iblei in via di istituzione, ma dalla città della Contea, a sostegno del parco, si esprime il consigliere comunale del M5S Marcello Medica. Anche dopo l’incontro a Roma di mercoledì scorso definito proficuo che ha permesso di appurare che secondo lo studio dell’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) si tratta di “un’ottima proposta di Parco”. Un altro parco nazionale che, senza nulla da invidiare ad altri, si andrà ad aggiungere ai ventiquattro parchi nazionali già esistenti in tutta Italia e che complessivamente coprono oltre un milione e mezzo di ettari, tra terra e mare, pari al 5% circa del territorio nazionale. Una grande ricchezza per l’Italia che ne fan una delle mete preferite dagli amanti dell’ecoturismo. Per Medica il Parco degli Iblei rappresenta, più che un freno all’economia, una grossa opportunità per tutte le comunità interessate. Numerose e significative le attività, le iniziative e le possibilità all’interno del parco e nei territori adiacenti: sovvenzioni a privati ed enti locali; predisposizione di attrezzature, impianti di depurazione e per il risparmio energetico, servizi ed impianti di carattere turistico-naturalistico; agevolazione o promozione, anche in forma cooperativa, di attività tradizionali artigianali, agro-silvo-pastorali, culturali, servizi sociali e biblioteche, restauro, anche di beni naturali, e ogni iniziativa per lo sviluppo del turismo e delle attività locali connesse. E poi ci sono le misure di incentivazione ai comuni ed alle province il cui territorio è compreso, in tutto o in parte, entro i confini di un parco nazionale: priorità nella concessione di finanziamenti dell’Unione europea statali e regionali per interventi, impianti ed opere. Il medesimo ordine di priorità, inoltre, è attribuito ai privati, singoli od associati, che intendano realizzare iniziative produttive o di servizio, compatibili con le finalità istitutive del parco nazionale o naturale regionale. Medica rassicura infine chiunque abbia osservazioni da avanzare o proposte da fare. Il ministro Costa è disponibile a vagliarle tutte e alla fine il Parco si farà. Il dibattito comunque è aperto.

Pin It