BELLAGAETANO

 

A suo tempo fu nominato responsabile dell’anticorruzione del Comune di Modica pur essendo imputato in due procedimenti penali: per truffa aggravata, frode nelle pubbliche forniture, falso ideologico e abuso d'ufficio quando era in servizio al Comune di Pozzallo, udienza il prossimo 6 marzo, e per falso in bilancio relativamente ad un periodo di servizio nel Comune di Ispica. Giampiero Bella ha dovuto lasciare la carica a palazzo San Domenico dove però è saldamente a capo della burocrazia dell’ente come segretario generale del Comune. Qui non risulta alcuna imputazione penale, ma i suoi atti continuano a fare discutere. Consiglieri comunali di vari gruppi politici lo descrivono intransigente e cavilloso quando deve consentire l’accesso agli atti per la trasparenza, condizione essenziale per l’esercizio del mandato democratico affidato dai cittadini ai loro eletti Al contrario super-flessibile e sbrigativo quando deve porre la sua firma sulle somme che vanno a se stesso. In palese conflitto di interessi secondo Salvatore Poidomani, consigliere di minoranza, che rileva: Bella sbaglia due volte, sia quando si mette di traverso a legittime richieste di accesso agli atti, sia quando, con disinvoltura, non vede alcun ostacolo alla firma che appone sui soldi a lui destinati. In effetti a censurare uno degli atti del discusso segretario generale è anche il nuovo responsabile dell’anticorruzione che gli è subentrato, Francesco Paolino, il quale, insieme al collegio dei revisori dei conti è dovuto intervenire sulla firma che Bella aveva apposto sulla copertura finanziaria della sua indennità., Chiaro il nuovo responsabile dell’anticorruzione: l’attestazione della copertura finanziaria confligge anche solo in via potenziale con l’interesse dello stesso in ordine al provvedimento, relativo all’emolumento che gli era destinato. Un provvedimento bollato come inopportuno dai revisori dei conti che hanno suggerito a Bella di revocarlo in autotutela. 

Pin It