riscossionesiciliacatania

 

Corruzione, accesso abusivo al sistema informatico e rivelazione di segreto d’ufficio. Tre persone arrestate e tre sottoposte a misure interdittive nell’ambito di un’inchiesta che investe Riscossione Sicilia, la società a partecipazione regionale che riscuote le tasse e le imposte nell’isola. Due avvocati catanesi, di cui uno già dirigente in pensione della Serit (oggi Riscossione Sicilia), e tre funzionari, attuali dipendenti della società, sono tra le persone coinvolte nell'inchiesta della procura di Catania su un giro di corruzione negli uffici della società, a Catania e Messina. mIn totale, l'ordinanza di custodia cautelare riguarda sei persone, tre delle quali finite agli arresti domiciliari e tre destinatarie di misure d’interdizione rispetto alle funzioni esercitate. Sono accusate, a vario titolo, di concorso in corruzione continuata, accesso abusivo al sistema informatico e rivelazione di segreti d'ufficio. In esecuzione di ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Catania, la Guardia di Finanza ha provveduto agli arresti e alla notifica dei provvedimenti d’interdizione.

fShare
6
Pin It