elezioni europee 2019

 

Alle battute finali le scelte dei candidati per le elezioni europee del 26 maggio prossimo. Le liste dovranno essere presentate tra martedì e mercoledì prossimo in cinque Corti d’Appello in tutta Italia. In tutto i simboli depositati sono 47. Gli uffici li stanno esaminando e alla fine decideranno quali partiti tra i 47 saranno ammessi a concorrere: potrà presentare le liste entro i termini stabiliti. Nella circoscrizione isole che ci riguarda direttamente in campo i big nazionali. Matteo Salvini per la Lega, Giorgia Meloni per Fratelli d’Italia e Silvio Berlusconi per Forza Italia. Quest’ultimo, tra l’altro potrebbe optare per il posto in questo collegio e quindi rendere difficile l’elezione ad altri candidati come Giuseppe Milazzo, capogruppo all’Ars, e Saverio Romano. L’Udc ha schierato all’interno della lista azzurra la messinese Dafne Musolino. Niente da fare per l’uscente Giovanni La Via, nonostante il pressing del sindaco di Catania Salvo Pogliese. Il Pd ha scelto Caterina Chinnici, deputata uscente, come capogruppo nella circoscrizione. Pietro Bartòlo, il medico simbolo dell’accoglienza a Lampedusa, sarà in lista dopo la Chinnici, sia nelle isole che in centro Italia. Candidata anche l’uscente Michela Giuffrida. In lizza anche una figura di riferimento del movimento “Siamo europei” di Carlo Calenda, la catanese Virginia Puzzolo, caposettore della commissione europea sulla scienza aerospaziale. Rinuncia alla candidatura Giuseppe Antoci, ex presidente del Parco dei Nebrodi. Niente politica oltre i confini italiani, un rischio che Antoci preferisce non correre per la tutela di cui attualmente gode. La capolista di Fratelli d’Italia è Giorgia Meloni che in Sicilia pesca tra i candidati Raffaele Stancanelli e Carmelo Pullara. Ancora in dubbio la presenza in lista dell’uscente Leontini che ha aderito proprio a Fratelli d’Italia. In queste ore è in atto una sorta di ballottaggio interno con Pullara. Nel M5S Chiara Cocchiara, gelese, astronauta, è la donna su cui punta Luigi Di Maio come capolista nella circoscrizione Sicilia Sardegna. La diretta interessata non ha ancora sciolto la riserva ma la base pentastellata discute sull’opportunità di cedere il posto di capolista ad un’esterna. Pochissimi i candidati dell’area iblea. Leontini, anche se parlamentare uscente, non è ancora certo. Mentre nella Sinistra è probabile la candidatura di Resi Iurato, segretaria provinciale di Sinistra italiana.

Pin It