corso_ispettori_ambientali.jpg

 

Molti Comuni, e tanti altri ancora si stanno apprestando a farlo, hanno istituito una nuova figura professionale, l’Ispettore Ambientale Volontario, cui attribuire le funzioni di accertamento delle violazioni alle disposizioni del Codice dell’Ambiente, ai Regolamenti e alle Ordinanze sindacali, in materia di abbandono e di deposito incontrollato di rifiuti. L’obiettivo del corso è formare agenti con una elevata competenza, sia giuridica che tecnico-operativa, che possano contribuire ad una puntuale attuazione dei sistemi di raccolta differenziata, nonché a mantenere la città più pulita. “Nell’auditorium del centro diurno per minori – commenta il Sindaco – si è tenuto il 13 gennaio il secondo incontro di formazione per coloro che hanno scelto di dare il proprio contributo volontario a quella che è la tutela del nostro ambiente e del nostro territorio. Siamo certi – continua Maria Rita Schembari – che questi volontari sapranno orientare e sensibilizzare tutti, educando al rispetto per l’ambiente e informando i cittadini, ancora di più, sulle buone prassi per la raccolta differenziata. Il secondo livello al quale saranno abilitati gli ispettori, sarà quello sanzionatorio, qualora fosse necessario o, addirittura, indispensabile. Siamo coscienti che ormai la materia ambientale sia di urgenza generale e pubblica, ma sappiamo anche come sta crescendo la percentuale di coloro che comprendono l’importanza del nostro comportamento finalizzato alla tutela dell’ambiente e siamo certi – conclude il primo cittadino-  che raggiungere livelli ottimali nelle percentuali di differenziata , sarà sempre più facile”.

Pin It