aeroporto

 

Il dossier aeroporto è in primo piano in questi giorni al Comune di Comiso. Oggi l’amministrazione presenta alla regione la delibera di giunta che chiede l’istituzione della Zes, la zona economica speciale che punta ad attrarre investimenti. E’ solo uno dei tanti percorsi avviati nel tentativo, difficile, di dare un futuro al Pio la Torre, oggi attraversato da una crisi economica che sembrerebbe non lasciare scampo. Intanto si apprende che giovedì prossimo al Comune sarà consegnata l'area intorno all'aerostazione ex Usaf, quegli 850 mila metri quadri che, al tempo della base missilistica, erano di pertinenza del governo Usa. Sarà destinata all'attivazione del Cargo e ad altri progetti.

Ma, in ogni caso, il dossier-aeroporto è molto più amnpio e complesso Da una parte il risanamento avviato, ma di fatto affidato ad un prestito concesso dalla Sac che Soaco dovrà essere in grado di rimborsare. Dall’altra il nuovo scenario che potrebbe scaturire dalla cessione del pacchetto di maggioranza, da parte di Intersac in liquidazione, ai nuovi acquirenti. Quindi la nuova linea produttiva del cargo sulla quale punta Aeriblei. E in questo contesto anche il nuovo fronte aperto con la zona economica speciale potrebbe dare i risultati. Anche se in questo caso i problemi sono gravi e urgentissimi e le soluzioni ricercate solo eventuali e comunque non rapide.

Pin It