1FAE1DAF E897 42BB 9482 488AC6577BD1

E’ sempre uno spettacolopotere ammirare l’allestimento artistico della scalinata di via San Giovanni a Chiaramonte Gulfi.E lo sarà ancora di più in questo periodo legato all’emergenza in cuil’attenzionecon cui tutto sarà predisposto consentirà di garantire ancora di più il clima della festa allecelebrazioni in onore del Battista, protettore del centro montano, destinate ad entrare nel vivo proprio in questo finsettimana. Domani, infatti, non sarà solo la scalinata a tenere banco. Infatti, sarà celebrata la festa di Maria Santissima dellaMisericordia a cui è intitolata la confraternita operante in seno alla chiesa commendale. Alle 19,15 ci sarà la celebrazione eucaristica presieduta da frate Antonino Catalfamo a cui farà poi seguito il canto del Salve Regina e, quindi, il rito di affidamento alla Madre della Misericordia. Ualtro appuntamento significativo è in programma alle 21 con l’inaugurazione della mostra “La confraternita di San Giovanni, 400 anni di storia”.Lesposizione potrà essere visitata dal 21 al 24 giugno dalle 17 alle 23 mentre dal 25 giugno all’1 lugliosarà aperta dalle 17 alle 20,30. Domenica 21 giugno, poi, prenderà il via il triduo solenne che anticipa la festa.Alle 8,30 ci sarà la celebrazione eucaristica presieduta da don Filippo Bella mentre alle 19,15 la santa messa sarà officiata dall’arciprete parroco don Salvatore Vaccaro e avrà un significato specificoperchési terrà nel 34esimo anniversario di sacerdozio. Si continua poi lunedì 22 giugno con la celebrazione eucaristica delle 8,30 presieduta da don Filippo Bella mentre quella delle 19,15 sarà celebrata da don Riccardo Bocchieri. L’accesso alla chiesa e la partecipazione alle liturgie saranno dispostcosìcome previsto dalle normative vigenti in materia di contrasto al Covid-19.Confcommercio provinciale, con il presidente Gianluca Manenti eConfcommercio comunale, con il presidente Danilo Scollo, stanno curando la comunicazione esterna per far sì che i riti di queste celebrazioni, sebbene contrassegnate dalle limitazioni dettate dalle norme antipandemiche, possano essere seguiti da un numeroquanto più elevato possibile di persone. Una scelta ben precisa nei confronti di una festa, quella di San Giovanni Battista a Chiaramonte, appunto, capace di richiamare fedeli da ogni dove per lintensità della devozione che lintera comunità nutre nei confronti del santo precursore.

Pin It