SCHEMBARI800x600

Maria Rita Schembari si insedierà ufficialmente come sindaco di Comiso domani alle 11. Ieri sera i comizi di ringraziamento a Pedalino, in piazza Gramsci, e a Comiso, in piazza Fonte Diana ma intanto la sera prima al grido di «Comiso, sei la mia gioia!» la prima donna sindaco della città ha salutato e ringraziato, oltre che i 7352 cittadini che l’hanno scelta, gli amici delle liste che l’hanno sostenuta: Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lega, Prima Comiso, Diventerà Bellissima e Comiso Vera, della quale è stata capogruppo nei cinque anni di opposizione in consiglio comunale. Schembari ha poi ringraziato, nominandoli uno per uno, i dieci consiglieri eletti, il deputato regionale Giorgio Assenza e l’ex sindaco Giuseppe Alfano definito: «Il fratello minore che non ho avuto». Quindi un pensiero alle donne di Comiso, al marito Maurizio, alle due figlie, Elena e Sofia, alla nonna Annunziata che, “nella Milano della seconda guerra mondiale, - ha detto - visse ed educò una donna eccezionale: mia madre”. La vittoria è stata dedicata a Lavinia Ciarcià, studentessa sua alunna scomparsa tragicamente dieci anni fa, pochi mesi dopo il conseguimento del diploma. Tracciate subito le priorità della sua azione amministrativa, a partire dalla revoca della delibera di affidamento in project financing dell’impianto di sollevamento delle acque. “Attingeremo a fondi regionali per il miglioramento della rete idrica – ha dichiarato – e avvieremo l’iter per la revoca dell’affidamento ai privati della gestione del cimitero di Comiso. Una priorità è certamente l’aeroporto che dovrà essere rilanciato come il turismo ed il turismo culturale”. Infine un pensiero al sindaco uscente ed al consiglio comunale con gli auguri di buon lavoro per il bene della città. E proprio Filippo Spataro ha affidato ad un breve messaggio social il suo commento post voto. “Le competizioni sono così – ha detto - Stavolta non ce l'abbiamo fatta. La nostra avversaria, anche se per poco, ha vinto. A lei, alla sua squadra, alla città faccio, di cuore, un grosso in bocca al lupo! Ai miei straordinari compagni di viaggio, ai tantissimi sostenitori che con affetto ci hanno accompagnato in questa splendida avventura amministrativa ed elettorale dico solo GRAZIE! Noi, in ogni caso, ci siamo. Dal Consiglio comunale, dai banchi dell'opposizione, faremo sentire le nostre, le vostre ragioni”. “Da questa tornata elettorale esce una città spaccata in due – aggiunge il presidente del consiglio comunale uscente Gigi Bellassai, rieletto tra le fila del PD, Gigi Bellassai - e sarà necessario che la Sindaca e la sua giunta municipale non dimentichino il limitato margine elettorale che ha assegnato loro la vittoria e il sostegno di cui hanno goduto, fatto di una ampia fetta di transfughi e voltagabbana provenienti dalle file delle liste dell’ex parlamentare ed ex sindaco Digiacomo. Quindi, nonostante l’amarezza per l’interruzione di un percorso di buon governo, voglio congratularmi con Maria Rita Schembari e la sua squadra. Vigilerò affinché siano sostenute e difese le esperienze relative alla sensibilizzazione ecologica, alla raccolta differenziata, oltre alla reale e concreta applicazione del Piano Regolatore Generale perequato unitamente al sostegno alla nostra agricoltura, con la dedizione e la passione civile che mi ha sempre contraddistinto”.

Pin It