987bb731 e7cb 4aba 85aa 941a5bc54f7c 1200x500 0.5x0.5 1 crop

 

Stop a buche, dissesti del manto stradali e marciapiedi distrutti.
Le ex province, ormai sull’orlo del baratro, beneficeranno per il rifacimento delle principali arterie viarie dei fondi in arrivo da qui ai prossimi sei anni.
È stato infatti approvato dal commissario straordinario, il programma quinquennale 2019-2023 per il finanziamento di interventi per la manutenzione della rete stradale provinciale.
Nello specifico al Libero Consorzio Comunale di Ragusa spetteranno ben oltre 8,6 milioni di euro.
Il primo finanziamento di 639 mila euro, in arrivo già nei prossimi mesi, sarà impiegato per il rifacimento di alcune zone il cui ripristino si ritiene urgente.
250 mila euro riguarderanno infatti la manutenzione straordinaria della rete viaria del comparto EST, tra le arterie interessate: la s.p. 37 Scicli - Santa Croce; la s.p. 66 Pozzallo - Sampieri e la s.p. 89 Marina di Ragusa – Donnalucata.
Altri 250 mila euro per la manutenzione straordinaria del comparto OVEST tra le arterie interessate la s.p. 3 Sotto Chiaramonte – Acate, la s.p 36 Santa Croce – Marina di Ragusa ed infine una somma di 139 mila euro servirà per la segnaletica stradale orizzontale e verticale che vedrà interessate la s.p. 11 Monterosso – Bucchieri, la s.p. 64 Donnalucata – Cava D’Alica, la s.p. 85 Santa Croce – Scoglitti ed altre importanti arterie della provincia.

fShare
2
Pin It