autismo

Nessuna chiusura del centro diagnosi e trattamenti disturbi spettro autistico, anzi il servizio verrà ampliato. Così il 14 giugno l'Asp di Ragusa replicava alle voci su una possibile chiusura del centro per bambini autistici dai zero ai sei anni di Piazza Igea a Ragusa.
Non bastano le rassicurazioni dell'azienda sanitaria a ridurre le perplessità sul futuro del servizio. Un nuovo bando, infatti, con scadenza il 30 giugno ha allarmato genitori e associazioni preoccupati per l'eventuale depotenziamento del servizio e la sospensione fino all'avvio del nuovo progetto.
“Il bando prevede una durata del progetto di sei mesi. - spiega Emanuela Russo, Presidente dell'associazione La Stele di Rosetta e mamma di un bimbo autistico – È chiaro che senza continuità non si può progettare nel lungo periodo. Questa situazione è a scapito dei nostri bambini. Questa malattia – prosegue - necessita peraltro di una diagnosi precoce. Sono 152 i bambini in lista d’attesa. Per giunta il bando non prevede la presenza di personale specializzato in terapia cognitivo- comportamentale. Non è così - conclude - che si può potenziare e migliorare il servizio”.

Pin It