VittoriaPeaceFilmFest

 

Il cinema d'autore come efficace strumento di rappresentazione della pace. E' questo lo spirito del Vittoria Peace Film Fest, la rassegna cinematografica in corso a Vittoria che ha aperto i battenti il 10 dicembre, a 70 anni esatti dalla firma della Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948. La kermesse ha inaugurato, infatti, con un omaggio ai diritti umani attraverso lo sguardo del cinema italiano: 30 autori per i 30 articoli della dichiarazione.  Le declinazioni della pace nel cinema si intrecciano a pagine di storia attraverso incontri sui temi delle leggi razziali, dei diritti e delle migrazioni, dell'educazione alla non violenza. Il programma della rassegna, che proseguirà fino al 13 dicembre alla Multisala Golden di Vittoria, propone anche momenti in ricordo dei grandi autori, come quello di oggi dedicato a Ennio Fantastichini, e a Bernardo Bertolucci, nella giornata di domani. Il festival è anche un concorso cinematografico che vede in gara 10 lungometraggi, 15 documentari e 18 cortometraggi presentati alla giuria presieduta dall'attore Angelo Orlando.  La sesta edizione del Vittoria Peace Film Fest, presieduta dal regista Pasquale Scimeca, è dedicata allo storico e critico del cinema Sebastiano Gesù, personaggio di riferimento nel panorama cinematografico siciliano e non solo, nonché primo presidente della manifestazione, scomparso lo scorso 2 luglio.

Pin It