dati differenziata

A Ragusa quello della differenziata continua ad essere un problema enorme come del resto lo è in tutta la Sicilia. Su 12 comuni sei sono al di sotto della soglia limite imposta dalla regione, cioè il 30 percento, solo tre superano il 50 percento e due non arrivano nemmeno al 10 percento. Questi due comuni sono Giarratana che ad agosto si è attestata a poco più del 9 percento e Scicli che mantiene saldo l’ultimo posto in classifica con l’8,32 percento contro il 6,28 di luglio. Musumeci ha dato ai comuni ulteriori novanta giorni per adattarsi alla soglia del 30percento, prorogando il primo termine indicato al 1 di ottobre. Chi non raggiungerà il 30percento dovrà conferire la parte eccedente all’estero con i relativi ed eccessivi costi del caso. I comuni che guidano la classifica sono quelli montani, con Monterosso e Chiaramonte in testa sopra il settanta percento. In crescita anche Ragusa e Modica rispetto ai mesi di luglio. La media complessiva dei 12 comuni è di poco oltre il 30%. Rimane quindi ancora il problema di quei comuni che non riescono a raggiungere nemmeno la doppia cifra. A Scicli, dopo l’ufficializzazione dei dati diramati dalla società per la regolamentazione del servizio gestione rifiuti, è polemica sul servizio decisamente carente. La città continua a rimanere sporca. Da qualche giorno si sono registrati disagi nel centro storico per rallentamenti del servizio porta a porta. Ciò è dovuto ad una assemblea tenuta dai dipendenti della ditta che ha in gestione il servizio rifiuti per ritardi nei pagamenti. La situazione peggiora ancora di più nelle campagne dove proliferano le micro-discariche abusive.

 

 

fShare
0
Pin It